Visita www.grumonline.it, www.modugnonline.it, oltre a www.binettonline.it, www.torittonline.it e www.bitettonline.it - Tutto su Grumo Appula, Modugno, Binetto, Toritto, Bitetto e la provincia di Bari!

lunedì 28 febbraio 2011

Sneijder-Eto'o: killer della Samp
L'Inter passa, ora è a -2



A Genova la squadra di Leonardo soffre ma sfata il tabù Marassi: una gran punizione di Sneijder piega le resistenze dei doriani, nel recupero Eto'o fissa il 2-0. Leonardo ora aspetta il risultato di Milan-Napoli

MILANO, 27 febbraio 2011 - L'importanza di avere Sneijder. E pure Eto'o. L'Inter passa 2-0 a Genova in una serata in cui fa una fatica terribile a creare occasioni da gol, e in cui soffre, almeno per un tempo, i contropiede di una buona Sampdoria. La formazione nerazzurra passa con una punizione quasi perfetta del suo numero 10 olandese e con un lampo finale di Eto'o, che così si sblocca dopo un digiuno di quattro partite (ere geologiche per un bomber come lui, al 16° centro stagionale in campionato). Passa e si porta a -2 dal Milan, passa e sorpassa il Napoli: domani Moratti e suoi ragazzi si piazzeranno sul divano e guarderanno la sfida scudetto di San Siro, tifando probabilmente per un pareggio.
(da gazzetta.it)

SAMPDORIA
CURCI 6,5-2,0 GASTALDELLO 6,5-0,5 LUCCHINI 6,0 VOLTA 6,0-0,5 ZIEGLER 6,0 DESSENA 5,5 GUBERTI 5,5 KOMAN - MANNINI 6,5 PALOMBO 6,5 POLI 6,5-0,5 BIABIANY 6,0 MACCARONE 5,5 MACHEDA -

INTER
JULIO CESAR 6,5 CHIVU 6,5-0,5 LUCIO 6,0-0,5 NAGATOMO 6,0 RANOCCHIA 7,0 KHARJA 5,0 MARIGA - SNEIJDER 7,0+3,0 STANKOVIC 6,5 ZANETTI J. 6,0 ETO'O 6,5+3,0 PANDEV 5,5 PAZZINI 5,0

domenica 27 febbraio 2011

RISULTATI, MARCATORI E ASSIST 27^ GIORNATA SERIE A

Sabato ore 20:45
Juventus-Bologna 0-2
Di Vaio (assist Mutarelli)
Di Vaio

Domenica ore 12:30
Catania-Genoa 2-1
Floro Flores
Maxi Lopez
Borgessio
Andujar para un rigore a Veloso


Domenica ore 15:00
Bari-Fiorentina 1-1
Gilardino (assist Montolivo)
Ghezzal


Brescia-Lecce 2-2
Caracciolo (assist Zambelli)
Zoboli (assist Diamanti)
Corvia (assist Munari)
Munari
(assist Mesbah)

Cagliari-Lazio 1-0
Autorete Dias

Cesena-Chievo 1-0
Jimenez su rigore

Palermo-Udinese 0-7
Di Natale (assist Armero)
Sanchez
Sanchez (assist Di Natale)
Di Natale
Sanchez
Di Natale
Sanchez
Di Natale su rigore


Roma-Parma 2-2
Totti su rigore
Juan
Amaurì (assist Valiani)
Amaurì


Domenica ore 20:45
Sampdoria-Inter 0-2
Sneijder
Eto'o


Lunedì ore 20:45
Milan-Napoli 3-0
Ibrahimovic su rigore
Boateng (assist Pato)
Pato







VOTI UFFICIALI FANTACALCIO ANTICIPO 27^ GIORNATA: JUVENTUS-BOLOGNA 0-2

Di Vaio imbarazza la Juve
Doppietta e 2-0 Bologna



L'attaccante dei rossoblù segna nella ripresa le due reti che affondano a Torino i bianconeri, che non vanno oltre un palo di Iaquinta e le occasioni non capitalizzate da Bonucci e Toni. Fischi dei tifosi di casa dell'Olimpico

MILANO, 26 febbraio 2011 - La Juventus è in ginocchio. Se la batosta di Lecce era stata pesante, lo 0-2 casalingo con il Bologna è una mazzata che sa di pugno del k.o. sulle ambizioni di una stagione che ricorda in maniera sinistra quella fallimentare appena passata. Dopo la prematura uscita dalle coppe, internazionali e nazionali, ora anche il quarto posto che vale la qualificazione alla prossima Champions sembra un puntino lontano lontano in classifica, lassù. Perché la Juve viene schienata da un Di Vaio, antico ex, in versione intramontabile, quella che veste da quando gioca, e segna sempre, a Bologna. Doppietta d'autore che vale tre punti d'oro, per una squadra che sta facendo un campionato fantastico, considerando l'organico e le disavventure societarie. Tutto il contrario di una Juve arruffona nel gioco e tremolante nel carattere, irrisa persino dai suoi tifosi, finora indulgenti in questa stagione, che finiscono cantando "Vinceremo il tricolor".
(da gazzetta.it)


Delneri incredulo:
"Errori inspiegabili"



L'allenatore bianconero: "Prestazione difficile da inquadrare. Mi sembra impossibile che una squadra possa passare da una partita di intensità come quella con l'Inter a una prova come quella di Lecce o alla prestazione col Bologna. Dobbiamo ritrovare autostima, sarà un annata di grande difficoltà se continua così"

MILANO, 26 febbraio 2011 - Luigi Delneri è abbattuto al termine della partita persa contro il Bologna per la sconfitta, ma anche per come si è comportata la sua squadra. "Una prestazione difficile da inquadrare - spiega a Sky - la continuità non è nel nostro dna, forse non abbiamo quella serenità che qualche volta aiuta a buttarla dentro. Ogni volta che pensiamo che qualcosa ci va storta perdiamo l'attenzione. Mi sembra impossibile che una squadra come la nostra possa passare da una partita di tale intensità e grinta come quella con l'Inter a una prova come quella di Lecce o alla prestazione di oggi. Errori? Quasi inspiegabili, è stato bravo Di Vaio, un po' di fortuna. Mi dispiace, è un annata di grande difficoltà se continua così. Dobbiamo migliorare, ritrovare autostima, altrimenti dobbiamo renderci conto che sarà un campionato difficile, dispiace per i tifosi che meritano cose diverse". "Se sento la fiducia della società? Il presidente si è espresso in mio favore tempo fa" aggiunge poi Delneri a Mediaset.
(da gazzetta.it)

JUVENTUS
STORARI 6,0-2,0 BONUCCI 4,5 CHIELLINI 5,0 GRYGERA 4,5 BARZAGLI 5,5 FELIPE MELO 5,5 MARCHISIO 6,0 MARTINEZ J. 4,0 PEPE 5,5-0,5 KRASIC 5,5 DEL PIERO 6,0 IAQUINTA 5,5 MATRI 5,0 TONI 5,0

BOLOGNA
VIVIANO 7,0 BRITOS 6,5-0,5 ESPOSITO A. 6,0 PORTANOVA 6,5 CHERUBIN - RUBIN 7,0 BUSCE' - CASARINI 6,5 MUDINGAYI 7,0 MUTARELLI 6,5+0,5 PEREZ 6,0 DELLA ROCCA 6,0 DI VAIO 8,0+6,0 MEGGIORINI 7,0



venerdì 25 febbraio 2011

FORMAZIONI FANTACALCIO 27^ GIORNATA



27^ GIORNATA (26-27 febbraio 2011)

RoccoD-MicheleF/AntonioV
FrancescoS-MassimoS
MassimoL-GiovanniL
FrancescoD-VitoB
MimmoS-GiuseppeN

Napoli, addio amaro all'Europa
Il Villarreal va con Nilmar e Rossi



Finisce 2-1. Eliminati da un italiano dopo il vantaggio di Hamsik. Due pali con Cavani e Lavezzi che fallisce due occasioni clamorose. La squadra di Mazzarri si arrende combattendo sino in fondo: fatali i due gol incassati nel finale del primo tempo

VILA-REAL (Spagna), 24 febbraio 2011 - Quanto costano cinque minuti di disattenzione. Il Napoli dice addio all'Europa League, sconfitto 2-1 dal Villarreal nel ritorno dei sedicesimi. Ma il k.o. della squadra di Mazzarri matura nei cinque minuti finali del primo tempo, quando Nilmar e Giuseppe Rossi (entrambi ispirati dalle invenzioni di Borja Valero) approfittano di due delle tre disattenzioni difensive della serata. Prima e dopo è il Napoli a fare la partita, sbloccata dal gol immediato di Hamsik e proseguita tra occasioni mancate (da Lavezzi su tutti), pali (Cavani e il Pocho nella ripresa) e assalti finali che non portano frutti. L'unica consolazione: uscire a testa alta. Anche se brucia, e tanto, essere eliminati e da un italiano.
(da gazzetta.it)

giovedì 24 febbraio 2011

LA MAGIC CUP NON SI FERMA MAI!

E' ripartito il campionato d'inverno 2011 della Magic Cup e tutti possono ancora iscriversi.
I premi sono ancor più prestigiosi delle edizioni passate, quest'anno sono in palio una BMW Serie1, scooter e moto Suzuki, cellulari, crociere e tante schede Mediaset Premium.
Iscriversi è facilissimo, basta accedere all'apposita area Magic cup sul sito Gazzetta.it (questo il link: http://www.gazzetta.it/Magic_Cup/magiccampionato/ ) e seguendo le istruzioni in pochi click si può creare il proprio Magic team e partecipare al campionato.Non aspettare ancora....iscriviti alla Magic Cup di Gazzetta.it.

Inter, finale amaro
Segna Gomez, è 0-1



Partita emozionante, due pali del Bayern ma anche tante occasioni per i nerazzurri: clamorosa quella sprecata da Cambiasso nella ripresa. Negli ultimi minuti la squadra di Leonardo prova a stringere i tempi ma si fa soprendere in contropiede, complice un errore di Julio Cesar. Il 15 marzo a Monaco serve l'impresa

MILANO, 23 febbraio 2011 - Se fosse finita qui, quella del Bayern sarebbe la "vendetta" perfetta. Uno a zero a San Siro, con gol al 90’ di Gomez, dopo aver rischiato tante volte di andar sotto. Però, non è finita qui. Per fortuna dell’Inter non c’era un’altra coppa in palio. Per fortuna dell’Inter c’è una gara di ritorno: partirà sotto, partirà sfavorita, ma non è impossibile. L’andata ha confermato che il Bayern è pericoloso in fase offensiva, ma non impenetrabile dietro: solo la sciagurata serata sottoporta di Cambiasso (due occasioni enormi) lascia imbattuto l’ottimo Kraft.
(da gazzetta.it)

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO PROSECUZIONE 22^ GIORNATA: BOLOGNA-ROMA 0-1

Prima gioia per Montella
De Rossi abbatte il Bologna



Finisce 0-1 con un tiro del centrocampista giallorosso deviato da Cherubin. Proteste rossoblù per la mancata espulsione dell'autore del gol dopo un fallo di mano. Roma sesta: scavalca Juve e Palermo. Mentre Mexes perde un dente

BOLOGNA, 23 febbraio 2011 - Un'altra Roma. Lo psicologo Montella fa miracoli e conquista tre punti fondamentali dopo tre sconfitte pesantissime in campionato: 1-0 sul campo del Bologna nel recupero dellla 22ª giornata, gol di De Rossi. Il più giovane allenatore di serie A azzecca la prima. E non sembra un caso. Questa Roma pare avere già qualcosa di suo. Tante infatti le novità di questo strano mercoledì di campionato, cominciato al 17' da un calcio d'angolo. Si rivede Pizarro, che non giocava dal 28 novembre. E che sembra già in perfetta forma. In porta c'è Doni e in panchina, accanto a Julio Sergio, c'è Francesco Totti. Montella gli preferisce Borriello, in un 4-2-3-1 molto offensivo, squadra cortissima, difesa alta e pressing a tutto campo. Altra grinta, altra determinazione. E altri risultati. I giallorossi scavalcano così Palermo e Juventus e salgono al sesto posto, a 6 punti dalla zona Champions.
(da gazzetta.it)

BOLOGNA
VIVIANO 6,0-1.0 ESPOSITO A. 6,0 MORLEO - CHERUBIN 6,0 RUBIN 6,0 CASARINI 4,5 MUDINGAYI 6,0 MUTARELLI 5,5 SILIGARDI 5,5 RAMIREZ 5,5-0,5 DELLA ROCCA 6,0 DI VAIO 5,0 MEGGIORINI 5,0 PAPONI 5,0-0,5

ROMA
DONI A. 6,0 BURDISSO N. 6,5 CASSETTI 6,5 MEXES 6,5-0,5 RIISE 5,0 BRIGHI - DE ROSSI 6,5+2,5 MENEZ - PIZARRO 6,5 SIMPLICIO 5,5 TADDEI ROD. 6,0 BORRIELLO 5,5 TOTTI 6,0 VUCINIC 6,0

mercoledì 23 febbraio 2011

BARI CONTESTATO DAGLI ULTRA'.

Bari contestato dagli ultrà:
calci e sputi ai giocatori durante gli allenamenti


L'avventura in Serie A sta per volgere al termine a Bari, visto che la squadra biancorossa continua a stazionare all'ultimo posto in classifica con soli 15 punti racimolati in 26 incontri di Campionato giocati. Una situazione che non lascia contenti alcuni tifosi pugliesi, che ieri si sono resi protagonisti di un deprecabile gesto nei confronti della squadra.

PRESI A CALCI E SPUTI M. ROSSI E DONATI - Durante la seduta di allenamento presieduta da Mutti in vista della gara di domenica contro la Fiorentina, circa 200 sostenitori del Bari hanno iniziato a scandire cori offensivi verso i ragazzi presenti in campo, ed avrebbero anche messo in mostra uno striscione, nel quale era stata scritta questa frase "Avete più principi attivi del Guttalax". Subito dopo la seduta di allenamento, alcuni di tifosi biancorossi si sono precipitati nell'anti-Stadio del San Nicola (dove si era svolto la sgambata, ndr), e lì avrebbero iniziato a bersagliare di calci e sputi alcuni giocatori. A farne le spese sarebbero stati il difensore Rossi ed il centrocampista Donati, che avrebbero ricevuto un calcio all'anca (Rossi) ed uno sputo in faccia (Donati). Sarebbero state messe le mani addosso anche all'argentino Rivas, al quale avrebbero tirato un orecchio nel corso della protesta.

RISPARMIATI A. MASIELLO E GAZZI - Non tutti i giocatori del Bari sono stati però presi di mira dagli ultras biancorossi. Andrea Masiello e Gazzi hanno ricevuto degli applausi e dei cori di sostegno: secondo i tifosi sono gli unici giocatori in squadra a darsi da fare, per tenere alto il livello della formazione pugliese. Anche il neo-tecnico Mutti non è stato contestato, ma i supporters del Bari lo hanno invitato a lavorare per fare rendere al meglio la squadra biancorossa. La protesta è poi finita con un fitto lancio di arance, che non ha colpito nessuno per fortuna, visto che i giocatori erano già entrati negli spogliatoi.

IN CITTA' CI SI PREPARA ALLA B - L'aggressione ai giocatori biancorossi è stata condannata da molti nel capoluogo pugliese. I tifosi però sono preoccupati per il ritorno in Serie B oramai imminente, che potrebbe portare il Bari ad un lungo esilio nella serie cadetta, come è avvenuto già in passato. Per questo starebbero per chiedere alla famiglia Matarrese di farsi da parte, per far entrare in società forze nuove e fresche, che diano spazio ad un nuovo progetto che porti il club a raccogliere risultati più duraturi e proficui.
(da newnotizie.it)

Chelsea, super Anelka
Ancelotti vede i quarti



Tutto facile per i Blues nell'andata degli ottavi di Champions. Copenaghen battuto in casa 2-0 da una splendida doppietta del francese

COPENAGHEN (Danimarca), 22 febbraio 2011 -L'Albero di Natale con Anelka e Malouda alle spalle di Fernando Torres è la ricetta di Carlo Ancelotti per sbancare in Danimarca e restituire smalto al Chelsea, all'ombra della Champions League. Nel 2-0 al Copenaghen, con la splendida doppietta di Anelka, c'è tutto l'Ancelotti-pensiero, che se in Premier balbetta, trova invece in Europa nuovi stimoli.
(da gazzetta.it)

Gomis rimonta Mourinho
Solo 1-1 del Real a Lione



Benzema porta avanti gli spagnoli, nel finale il pareggio del francese. Cristiano Ronaldo si vede per un palo, anche Sergio Ramos colpisce una traversa. L'Olimpique salva l'imbattibilità casalinga, il 16 marzo la gara di ritorno degli ottavi di finale

LIONE, 22 febbraio 2011 - E sono otto. Claude Puel, tecnico del Lione, può dirlo forte: allo stade de Gerland non si passa. Dal 3-0 del Bayern nella semifinale di Champions dello scorso anno, i francesi non hanno più perso. Difatti col Real Madrid, andata degli ottavi di finale, finisce 1-1. Addirittura l'Olimpique poteva vincere: per corsa, agonismo e senso tattico i francesi hanno retto molto bene il campo. Dall'altra parte, sbaglia Mourinho a insistere su Adebayor dal 1' (Benzema entra e segna) e Arbeloa a sinistra, dove c'era da spingere, più che difendere. Il pareggio è di Gomis. A inizio ripresa anche un palo di Ronaldo e una traversa di Sergio Ramos. Appuntamento al 16 marzo per la gara di ritorno.
(da gazzetta.it)

martedì 22 febbraio 2011

I GLADIATORI-LIONS 21-13

Indisponibili: Donato, FrancescoD, GiuseppeP, AntonioB, RoccoDev, FrancescoS

Gara iniziata alle 18:45 e terminata alle 20:05. Partita a senso unico in favore de I Gladiatori, soprattutto per l'assenza del portiere tra i Lions. Dopo 10min I Gladiatori sono già avanti per 8-0, grazie alle reti di MimmoS (3), Michelangelo (2), MimmoZ (2) e VitoE. FrancescoB accorcia sull'8-1, ma MimmoZ e Michelangelo allungano sul 10-1. VitoM(2) e Massimo riportano i Lions sul 10-4, ma MimmoS e VitoE allungano ancora sul 12-4. Per i Lions FrancescoB (2) e VitoP accorciano sul 12-7, ma I Gladiatori per la prima volta si portano su un distacco di dieci lunghezze: 17-7! I Lions con tanto orgoglio accorciano ancora sul 17-11, MimmoZ allunga sul 19-11, e i ragazzi in blu accorciano ancora sul 19-13. Le reti finali di MimmoS e MimmoZ chiudono la gara sul 21-13.
Migliori de I Gladiatori: Michelangelo e VitoE.
Migliori dei Lions: VitoM e Massimo.


TOTALE GARE: 122
VITTORIE DE I GLADIATORI: 49 (162 punti)
PAREGGI: 15
VITTORIE DEI RESET/LIONS: 58 (189 punti)
GOL DE I GLADIATORI: 1886
GOL DEI RESET/LIONS: 2060

lunedì 21 febbraio 2011

RISULTATI FANTACALCIO 26^ GIORNATA


Risultati:

MicheleF/AntonioV-MimmoS 69- 64,5
MassimoS-RoccoD 75,5 -66,5
GiuseppeN-GiovanniL 61 -66
VitoB-FrancescoS 73,5 -62,5
MassimoL-FrancescoD 56,5 -62

Classifica Campionato:
VitoB
50
MassimoS 45
FrancescoS 44
FrancescoD 40
RoccoD 39
GiovanniL 35
MimmoS 33
Giuseppe 27
Massim.Losacco 25
10° Falco/Valentini 15

Classifica Generale Ritorno:
VitoB
504,5
MassimoS 503
MimmoS 493
FrancescoS 492
FrancescoD 483
RoccoD 479
GiovanniL 466,5
Massim.Losacco 458
Giuseppe 438
10° Falco/Valentini 437

Prossimo turno:
RoccoD-MicheleF/AntonioV
FrancescoS-MassimoS
MassimoL-GiovanniL
FrancescoD-VitoB
MimmoS-GiuseppeN

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO POSTICIPO 26^ GIORNATA: JUVENTUS-UDINESE 1-2

Zuniga tiene su il Napoli
Azzurri sempre secondi



Finisce 1-0. Il Catania si chiude ma poi mette in difficoltà la squadra di Mazzarri. Cavani sbaglia un rigore. Poi il gol decisivo dell'esterno, al primo gol in serie A. Nella ripresa i ragazzi di Simeone assediano la porta di De Sanctis che però la chiude a chiave

NAPOLI, 20 febbraio 2011 - I Catania visti stasera sono due: quello del primo tempo, tattico e chiuso, e quello arrembante della ripresa. Il Napoli li ha sofferti entrambi, dimostrandosi meno abile di altre volte ad aprire le difese (complice l'assenza di Lavezzi) e andando in affanno a tratti nella ripresa, che ha esaltato soprattutto il suo portiere De Sanctis il quale, con Zuniga, mette la firma su tre punti pesanti. E per il colombiano si tratta del primo gol in serie A, dopo una stagione a Siena e 2 a Napoli. Una prestazione matura, quella del gruppo di Mazzarri, che fra turn over e assenze riesce a mantenere il secondo posto e si presenterà lunedì prossimo al Meazza contro il Milan, con la possibilità di poterlo pure agganciare in testa. Del resto fra le prime due, sinora la differenza in classifica la fa lo scontro diretto, vinto dai rossoneri all'andata al San Paolo.
(da gazzetta.it)

NAPOLI
DE SANCTIS 6,0 ARONICA 6,0 CANNAVARO P. 6,0 SANTACROCE 6,5-0,5 DOSSENA - GARGANO 6,0 HAMSIK 7,0-0,5 MAGGIO 6,5 PAZIENZA 6,0 ZUNIGA 6,5+3,0 YEBDA 6,0-0,5 SOSA 6,0 CAVANI 5,5-3,0 MASCARA 6,0

CATANIA
ANDUJAR 5,5-1,5 MARCHESE 5,0 POTENZA 5,0 SILVESTRE 5,5 SPOLLI 6,0-0,5 GOMEZ 5,0 LEDESMA P. 5,5 RICCHIUTI 6,0 SCHELOTTO 5,5 MARTINHO 5,5 LODI 5,5 MAXI LOPEZ 5,5 MORIMOTO 6,0 BERGESSIO 5,0-0,5

Ranieri lascia. In pole Montella


Claudio Ranieri non è più l’al­lenatore della Roma. Oggi si sceglierà il nuovo allenatore, il favorito è Vincenzo Montella. Il tecnico di San Saba si è di­messo e la decisione è stata presa a cal­do, l’ha comunicata lui stesso alla squa­dra al termine della partita di Marassi e l’ha resa pubblica in serata con una nota diffusa dal suo ufficio stampa.

«Al fischio finale dopo una partita vibrante sono an­dato negli spogliatoi per ringraziare la squadra per la prestazione e ho deciso di rassegnare le dimissioni. Fino ad oggi ho sempre pensato al bene della Roma, del­la società e della squadra. A Genova sia­mo entrati in campo con la voglia di lot­tare e vincere per tutti quelli che amano la maglia e la città. Ogni minuto della mia giornata è per la Roma, ho sempre detto che per me una sconfitta faceva doppiamente male, ma vedere i miei ra­gazzi lottare fino alla fine e perdere mi scuote fino in fondo. Ringrazio tutti i tifo­si e la dottoressa Sensi, insieme nono­stante le diffcoltà abbiamo fatto un gran­de lavoro, l’anno scorso e quest’anno. So­no e rimango un uomo di campo e dopo una partita come quella di oggi ritengo sia giusto dare un segnale per amore di questi colori e spero che questa mia de­cisione sia utile a spronare la squadra. Lo sport e il calcio hanno dei valori che per me e chi ci mette lavoro e passione sono la vita» . Ranieri è tornato con la squadra a Trigoria, ma alle dieci in pun­to è andato via, mentre i dirigenti sono rimasti a parlare con i giocatori. La socie­tà avrebbe voluto prendere tempo, ma l’uscita pubblica del tecnico ha spiazzato Rosella Sensi, che avrebbe voluto chiede­re al tecnico di restare almeno fino a Bo­logna. «Prendiamo atto delle sue dichia­razioni, questa sera (ieri, n.d’i.) non fare­mo nulla, ci riserviamo di decidere dopo una riunione di domani (oggi, n.d’i.) alla quale parteciperanno oltre a me i diri­genti e i giocatori» .

ALTERNATIVE -La Sensi si è riservata fino ad oggi il di­ritto di accettare o meno le dimissioni ma intanto si sta guardando intorno. Avrebbe voluto vedere i dirigenti a mezzanotte ma stamane presto sarà a Tri­goria. La decisione va pre­sa subito, perchè merco­ledìla Roma torna in campo. Il favorito per la successione di Ranieri è Vincenzo Montella. Vincenzo Montella, centravan­ti dell’ultimo scudetto, oggi allenatore dei Giovanissimi è in pole position, ma Mon­tali non vedrebbe male neppure la solu­zione interna con Alberto De Rossi. Ro­sella Sensi ha in mano altri due assi: Pau­lo Sergio Bento Brito, allenatore dello Sporting Lisbona, e Michel, allenatore del Getafe, ma sono due soluzioni che hanno pochissime possibilità di andare in porto.

«Tra stanotte e domani facciamo tutto», ha detto il dirigente prima di la­sciare Genova. La lunga notte della squadra gial­lorossa non è ancora ter­minata e non si vede la luce. Ranieri è sotto a un treno sul piano del mora­le, è provato da questa sconfitta incredi­bile. Negli spogliatoi ha salutato i gioca­tori. Qualcuno gli avrebbe anche chiesto di ripensarci. Ha dato le dimissioni, i di­rigenti gli hanno chiesto di riflettere in­sieme, ma non tornerà sui suoi passi e non gli chiederanno di ritirarle. Mentre il grigio pomeriggio genovese diventava una impietosa notte romana, l’avventura di Ranieri alla Roma è arrivata al capoli­nea.

I dirigenti hanno capito l’importanza di dare una scossa a una squadra che sem­bra svuotata nelle convinzioni. Qualcuno di loro avrebbe voluto arrivare a questa decisione qualche settimana prima. Ma la scorsa settimana Paolo Fiorentino, nu­mero due di Unicredit, era piombato a Trigoria “riconfermando” Ranieri. Le condizioni ambientali hanno imposto di accelerare i tempi di una decisione che Rosella Sensi non avrebbe mai voluto prendere. Le stesse condizioni ambien­tali che avevano fatto valutare l’ipotesi di anticipare la partenza per Bologna, dopo che già ieri sera la squadra si è ritrovata a Trigoria, al rientro da Genova. L’ipote­si è rientrata per motivi logistici.
(da www.laroma24.it)

domenica 20 febbraio 2011

Pato, gol di classe
Il Milan non perde il passo



Il rossonero, inserito nella ripresa, segna il 2-1 in casa del Chievo che mantiene i rossoneri saldamente in testa al campionato. Alla rete di Robinho, con fallo di mano, replica Fernandes. All'82' il capolavoro del "Papero"

VERONA, 20 febbraio 2011 - La premiata ditta Pato-Robinho festeggia a passo di samba le nozze d'argento dell'era Berlusconi. Vittoria mica facile quella del Milan, contro un Chievo fastidioso e poco propenso a cedere. I gialloblù vanno sotto per un gol irregolare di Robinho (stop con il braccio), pareggiano con un guizzo di Fernandes, ma cedono davanti alla classe di Pato che a otto minuti dalla fine trova il gol che scaccia la sua crisi personale e rilancia le quotazioni dei rossoneri, bravi a respingere l'attacco dell'Inter (tornato a -5), con la possibilità di allungare sul Napoli che deve giocare stasera. Onore al Chievo che, indomabile in casa, cede alla distanza: l'ultima sconfitta risaliva al 26 settembre con la Lazio.
(da gazzetta.it)

RISULTATI, MARCATORI E ASSIST 26^ GIORNATA SERIE A

Sabato ore 18:00
Bologna-Palermo 1-0
Paponi (assist Rubin)

Sabato ore 20:45
Inter-Cagliari 1-0
Kharja

Domenica ore 12:30
Lecce-Juventus 2-0
Mesbah (assist Munari)
Bertolacci (assist Di Michele)


Domenica ore 15:00
Chievo-Milan 1-2
Robinho (assist Ibrahimovic)
Fernandes (assist Constant)
Pato


Fiorentina-Sampdoria 0-0

Genoa-Roma 4-3
Mexes (assist Totti)
Burdisso (assist Totti)
Totti (assist Borriello)
Palacio
Paloschi (assist Floro Flores)
Palacio (assist Mesto)
Paloschi
(assist Palacio)

Lazio-Bari 1-0
Hernanes (assist Sculli)

Parma-Cesena 2-2
Rosina
Crespo su rigore
Sammarco (assist Ceccarelli)
Palladino


Udinese-Brescia 0-0


Domenica ore 20:45
Napoli-Catania 1-0
Cavani sbaglia un rigore
Zuniga






L'Inter vince con l'aiutino


Un gol viziato da una posizione di fuorigioco di Ranocchia permette ai nerazzurri di battere 1-0 il Cagliari a San Siro e portarsi a -2 dal Milan.

Serve l'aiutino all'Inter per imporsi nel secondo anticipo di campionato.

Un gol viziato da una posizione di fuorigioco di Ranocchia permette ai nerazzurri di battere 1-0 il Cagliari a San Siro e portarsi a -2 dal Milan.

Leonardo in vista della Champions non convoca Sneijder e lascia Cambiasso e Stankovic in panchina. Pandev dietro ad Eto'o e Pazzini. Donadoni schiera la formazione tipo con Cossu trequartista alle spalle di Acquafresca e Nenè. I nerazzurri partono forte, sfiorando l'1-0 con Pandev e reclamando per una trattenuta in area ai danni di Thiago Motta ma il Cagliari non sta a guardare e risponde costringendo agli straordinari Julio Cesar, decisivo su Lazzari e Conti. Il gol è nell'aria e arriva all'ottavo minuto: Eto'o batte una punizione senza chiedere la distanza e Kharja al secondo tentativo gonfia la rete con la complicità però di una deviazione di Ranocchia, partito in posizione di fuorigioco. A nulla servono le proteste degli ospiti con l'arbitro Celi che convalida la rete. L'Inter saggiamente abbassa i ritmi di gioco e i ragazzi di Donadoni faticano a proporsi dalle parti della porta avversaria. L'unico brivido ai tifosi nerazzurri lo crea l'ex Cesena Nagatomo che rischia grosso con un retropassaggio su cu Julio Cesar si disimpegna con calma olimpica, pressato da due.

Nella ripresa se possibile la partita diventa ancora più lenta, a fioccare non sono le occasioni ma gli ingressi dei sanitari, per un paio di scontri aerei in cui però fortunatamente nessuno riporta gravi conseguenze. Leonardo gestisce energie e minuti dei suoi titolari, facendo entrare Cambiasso per Thiago Motta ma quando la partita sembra addormentata, il Cagliari con l'ingresso di Nainggolan prende di colpo d'assalto l'area avversari: Conti è sfortunatissimo, con una conclusione deviata che sfiora il palo a Julio Cesar battutto mentre sulle due successive azioni confuse non arriva la stoccata risolutiva. Nel finale, Mariga e compagni si ricompattano e al triplice fischio possono festeggiare un successo importante per morale e classifica.
(da libero.it)

Bologna, Paponi usa la testa
Il Palermo in 10 cede al 90'



Finisce 1-0 al "Dall'Ara" nel primo anticipo della ventiseiesima: i siciliani, quasi mai pericolosi e in inferiorità dal 57' (rosso a Garcia), si arrendono allo scadere all'incornata del nuovo entrato

BOLOGNA, 19 febbraio 2011 - Chissà se Zamparini fino al 90' era contento. Perchè un Palermo brutto ma insolitamente solido dietro stava portando via un punto in 10 da Bologna. Ma poi arriva il gol di Paponi e i tre punti vanno al Bologna. E meritatamente. Perchè i siciliani steccano di brutto. Menomati dalle assenze, certo. Ma mai brillanti. E dopo il 2-4 interno con la Fiorentina, c'è un altro stop. Più del risultato preoccupa l'involuzione nel gioco. Dov'è finita la squadra più divertente della serie A in fase offensiva? Basta la mancanza di Cassani e Balzaretti a giustificare la brutta prova? Forse no.
(da gazzetta.it)

sabato 19 febbraio 2011

FORMAZIONI FANTACALCIO 25^ GIORNATA



26^ GIORNATA (19-20 febbraio 2011)

MicheleF/AntonioV-MimmoS
MassimoS-RoccoD
GiuseppeN-GiovanniL
VitoB-FrancescoS
MassimoL-FrancescoD

CLAMOROSO A SANREMO: VECCHIONI VINCE IL FESTIVAL.CON 12h DI ANTICIPO!

Sanremo 2011, Vecchioni primo
al televoto ed è polemica


Bufera in conferenza stampa a Sanremo 2011: si svela per errore (e anche per superficialità, ci sia concesso) che Roberto Vecchioni era in cima alla classifica del televoto al termine della serata di ieri. Scoppia giustamente il pandemonio: furioso Gianmarco Mazzi, che tuona contro l’incompetenza di RaiTrade, mentre Morandi si imbufalisce e lascia la sala stampa. Intanto il nome è stato fatto.

Per quanto riguarda il dato secco, sono arrivati nella serata 182.000 televoti e dai controlli fatti non risultano intromissioni dai call center. Ma il grosso dei voti ci sarà stasera e va premesso che questa sera il televoto si azzera (quindi i dati di ieri non si cumulano a quelli di oggi), che il 50% del risultato è attribuito dagli orchestrali e che c’è la variabile Golden share della stampa.
(da televisionando.it)

venerdì 18 febbraio 2011

Napoli, stavolta manca il gol
Europa League: 0-0 col Villarreal



Andata sedicesimi di coppa al San Paolo: gli azzurri dopo un primo tempo equilibrato, nel quale reclamano un rigore, nella ripresa sfiorano il vantaggio con Cavani prima - rete in fuorigioco - e Lavezzi poi. Espulso Aronica nel recupero, il ritorno settimana prossima

NAPOLI, 17 febbraio 2011 - Il San Paolo colmo d’entusiasmo stasera non può concludere col solito “Oje vita, oje vita mia”, al Napoli non riesce l’impresa di battere il Villarreal, ma lo 0-0 lascia intatte le possibilità di qualificazione della banda Mazzarri, unica squadra italiana a uscire imbattuta nella funesta (per noi, e non è la prima volta…) settimana europea. Tra l’altro De Sanctis vanta una imbattibilità casalinga della propria porta lunga ben 5 partite, tutte quelle di questa stagione in Europa League. Per il tecnico livornese le buone notizie arrivano da Mascara che per quasi un’ora si muove abbastanza a suo agio, mostrando di comprendere i movimenti in attacco voluti dal suo nuovo allenatore. Un acquisto azzeccato. Fischiato all’uscita dal campo Giuseppe Rossi: prova un po’ anonima la sua, solo un guizzo con Nilmar nel primo tempo.
(da gazzetta.it)

giovedì 17 febbraio 2011

Incubo Roma: serve un'impresa
Anche lo Shakhtar vince 3-2



Giallorossi in crisi senza cattiveria e deconcentrati dietro (10 gol subiti in 3 gare). Perrotta illude l'Olimpico, ma già un minuto dopo gli uomini di Lucescu pareggiano con Jadson. Costa e Luiz Adriano fanno il resto. Una prodezza di Menez non lancia la rimonta. Contestazione del pubblico, ma niente ritiro per la squadra come voleva la Sensi

ROMA, 16 febbraio 2011 - Chi ha spento la luce? La Roma ne prende tre da uno Shakhtar Donetsk in versione brasiliana e vede allontanarsi anche la Champions League. La crisi di risultati è profonda, i giallorossi non vincono dal 27 gennaio, quando a Torino si guadagnarono le semifinali di Coppa Italia battendo la Juve. Poi tre sconfitte e un pareggio, frutto di prestazioni decisamente poco spettacolari, di scelte discutibilissime, di un gioco scadente legato solo agli spunti dei singoli. Come stasera contro una squadra, quella di Lucescu, che è apparsa decisamente più concentrata e concreta. Segnano Jadson, Douglas Costa e Luiz Adriano, per la Roma solo Perrotta e Menez. Un 2-3 casalingo difficilissimo da digerire. Chissà che avrà pensato DiBenedetto, sempre più vicino a diventare il nuovo proprietario della squadra…
(da gazzetta.it)

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO RECUPERO 17^ GIORNATA: FIORENTINA-INTER 1-2

Pazzini castiga la Fiorentina
L'Inter ora è a -5 dal Milan



Al Franchi finisce 2-1 per i nerazzurri: nel primo tempo autorete di Camporese e "gollonzo" di Pasqual, nella ripresa decide un gol dell'ex, che trasforma di piatto un bel cross di Eto'o, dopo un numero sulla destra. Il "Pazzo" non esulta, Leonardo centra l'ottava vittoria in dieci gare in campionato

MILANO, 16 febbraio 2011 - "Distacco che si potrebbe ulteriormente ridurre in caso di vittoria a Firenze". Da mesi è questo il ritornello della remuntada interista. Tutte le tabelle prevedevano e quasi imponevano alla squadra di Leonardo una vittoria contro quella di Mihajlovic: beh, Zanetti e compagni ce la fanno, nonostante col passare delle settimane aumentassero le quotazioni della Fiorentina, finalmente ritrovata. L'Inter vince 2-1, cancella la sconfitta di Torino e si ripropone con forza nella sua rincorsa scudetto: ora i punti di distacco dal Milan, senza "se" e senza asterischi, sono 5. A decidere la gara di Firenze ci pensa l'ex Pazzini, su suggerimento di Eto'o, dopo un autogol (Camporese) e un "gollonzo" (Pasqual) nel primo tempo.
(da gazzetta.it)

FIORENTINA
BORUC 6,0-2,0 COMOTTO 6,0-0,5 GAMBERINI 5,5 PASQUAL 6,0+3,0 CAMPORESE 5,5-2,0 D'AGOSTINO 5,5 DONADEL 6,0 LJAJIC 6,5 MONTOLIVO 6,5 SANTANA 5,5 BEHRAMI 6,0 BABACAR - GILARDINO 5,5 MUTU 6,0

INTER
JULIO CESAR 6,0-1,0 CORDOBA 6,5 MAICON 6,0 NAGATOMO 5,5 RANOCCHIA 7,0 CAMBIASSO 6,0 KHARJA 6,5 MARIGA - SNEIJDER 5,0 STANKOVIC 6,0-0,5 ZANETTI J. 6,0 OBI - ETO'O 7,0+1,0 PAZZINI 6,5+3,0

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO RECUPERO 17^ GIORNATA: SAMPDORIA-GENOA 0-1

Il Genoa e la scossa-derby
Sampdoria punita da Rafinha



Finisce 1-0 a favore dei rossoblù, che superano i rivali in classifica e legittimano il risultato colpendo anche due traverse con Palacio e Rossi. Decisivo Eduardo su Guberti nel primo tempo, Curci evita il raddoppio genoano nella ripresa

GENOVA, 16 febbraio 2011 - Il Genoa conquista la sua decima vittoria in un derby in casa Samp, superando i blucerchiati per 1-0 nel recupero del match rinviato il 19 dicembre scorso per neve. Match winner è Rafinha, a segno al 10' della ripresa: il brasiliano legittima così una supremazia rossoblù evidente per tutti i 90 minuti. La Samp si scuote tardi, e nemmeno nel disperato forcing finale dà l'impressione di poter sovvertire i rapporti di forza in campo. Il Genoa supera così la Samp in classifica.
(da gazzetta.it)

SAMPDORIA
CURCI 6,0-1,0 GASTALDELLO 5,5-0,5 LUCCHINI 6,5 VOLTA 6,0 ZAURI 5,5 ZIEGLER 6,0 DESSENA 5,0 GUBERTI 6,5 MANNINI 6,0 PALOMBO 6,0 POLI 5,0-0,5 MACCARONE 5,0 MACHEDA 4,5 ZAZA -

GENOA
EDUARDO 7,0 CHICO - CRISCITO 6,5 DAINELLI 6,5 KALADZE 6,5 MESTO 6,0 MILANETTO 6,5 PALACIO 6,5-0,5 ROSSI Ma. 7,0 RAFINHA 7,0+3,0 KUCKA 7,0 FLORO FLORES 6,0 PALOSCHI 6,0

mercoledì 16 febbraio 2011

LA MAGIC CUP NON SI FERMA MAI!

E' ripartito il campionato d'inverno 2011 della Magic Cup e tutti possono ancora iscriversi.
I premi sono ancor più prestigiosi delle edizioni passate, quest'anno sono in palio una BMW Serie1, scooter e moto Suzuki, cellulari, crociere e tante schede Mediaset Premium.
Iscriversi è facilissimo, basta accedere all'apposita area Magic cup sul sito Gazzetta.it (questo il link: http://www.gazzetta.it/Magic_Cup/magiccampionato/ ) e seguendo le istruzioni in pochi click si può creare il proprio Magic team e partecipare al campionato.Non aspettare ancora....iscriviti alla Magic Cup di Gazzetta.it.

Follia Gattuso contro Jordan
"Colpa mia, ho perso la testa"



Durante Milan-Tottenham il centrocampista e l'assistente di Redknapp, ex rossonero, si insultano e il giocatore mette una mano al collo a Jordan. A fine partita altro "faccia a faccia" . Rino: "Lui rompeva le scatole, ma non ci sono giustificazioni per quello che ho fatto"

MILANO, 15 febbraio 2011 - Brutta serata per il Milan. Lo 0-1 col Tottenham costringerà i rossoneri a cercare l'impresa il 9 marzo a "White Hart Lane". A guastare la serata del Milan anche i due battibecchi che hanno visto protagonista un nervosissimo Rino Gattuso e Joe Jordan, uno degli assistenti di Harry Redknapp sulla panchina degli Spurs.
(da gazzetta.it)

Crouch stende il Milan
1-0 Tottenham a San Siro



Andata ottavi di Champions: i londinesi vincono a Milano grazie alla rete del centravanti inglese, ispirato da Lennon. Dopo un primo tempo incolore la squadra di Allegri cresce con l'ingresso in campo di Pato e sfiora due volte il vantaggio con Yepes, ma subisce gol in contropiede. Al 94' gol non convalidato di Ibrahimovic. Abbiati infortunato: colpo alla testa

MILANO, 15 febbraio 2011 - Ce l'aveva in canna. Lo aspettava dal lontano 23 maggio 2007, quando ad Atene, con la maglia del Liverpool vide i rossoneri conquistare la Champions League. Peter Crouch risolve l'andata degli ottavi con il Milan, regalando al Tottenham un gol da capitalizzare. Spietata e cinica, la quadra di Redknapp domina il primo tempo, in cui il Milan perde per infortunio Abbiati, rischia due volte nella ripresa, ma trova l'1-0 con il più classico dei contropiede. Per i rossoneri una mazzata gigantesca. A Londra servirà l'impresa. Francamente molto difficile.
(da gazzetta.it)

martedì 15 febbraio 2011

I GLADIATORI-LIONS 19-14


Indisponibili: MimmoS, Massimo, GiuseppeP, Donato, NicolaA, VitoP, Rocco Dev, FrancescoS, GennaroC.

TOTALE GARE: 121
VITTORIE DE I GLADIATORI: 48 (159 punti)
PAREGGI: 15
VITTORIE DEI RESET/LIONS: 58 (189 punti)
GOL DE I GLADIATORI: 1865
GOL DEI RESET/LIONS: 2047

lunedì 14 febbraio 2011

LA MAGIC CUP NON SI FERMA MAI!

E' ripartito il campionato d'inverno 2011 della Magic Cup e tutti possono ancora iscriversi.
I premi sono ancor più prestigiosi delle edizioni passate, quest'anno sono in palio una BMW Serie1, scooter e moto Suzuki, cellulari, crociere e tante schede Mediaset Premium.
Iscriversi è facilissimo, basta accedere all'apposita area Magic cup sul sito Gazzetta.it (questo il link: http://www.gazzetta.it/Magic_Cup/magiccampionato/ ) e seguendo le istruzioni in pochi click si può creare il proprio Magic team e partecipare al campionato.Non aspettare ancora....iscriviti alla Magic Cup di Gazzetta.it.

Cavani, futuro di Napoli milionaria
Lavezzi il cruccio: 3 turni di stop



Oggi compie 24 anni e segnando 27 gol in 35 gare è già nella storia del club. De Laurentiis non lo vende ad alcun prezzo. A Roma ha segnato il gol numero 1000 in trasferta degli azzurri. Ma la festa è rovinata dalla squalifica per tre giornate al Pocho (per lo sputo con Rosi): salterà anche la sfida col Milan in programma fra due turni

NAPOLI, 14 febbraio 2011 - Gli sono bastate appena 25 giornate di campionato per ritagliarsi un posto importante nella storia del club. Con il rigore trasformato contro la Roma, Edinson Cavani ha realizzato il gol numero 1.000 in trasferta, del Napoli. Uno dei regali che si è fatto per festeggiare proprio nel giorno di San Valentino i suoi 24 anni. Il dato è particolare soltanto per gli amanti delle statistiche, perché sul piano pratico il rendimento dell'uruguaiano va ben oltre i numeri. È lui il nuovo re di Napoli, l'idolo incontrastato del tifo, quel talento che sta permettendo a un'intera città di rivivere l'emozione di poter competere per lo scudetto. La notte dell'Olimpico ne ha definito la grandezza, ha confermato quanto sappia essere devastante negli ultimi 16 metri. Un vero e proprio fenomeno che mezzo mondo invidia ad Aurelio De Laurentiis. Ma nel giorno di festa per Cavani, arriva la mazzata della squalifica per tre giornate di Lavezzi per lo sputo con Rosi sabato a Roma. La società ricorrerà sul provvedimento, ma sicuramente il Pocho salterà il big match col Milan in programma fra due turni al Meazza.
(da gazzetta.it)

Ronaldo, addio in lacrime
"Non ce la faccio più"



Il Fenomeno ha deciso di chiudere con il calcio giocato. Nella conferenza stampa di addio a San Paolo l'ex interista si commuove : "Soffro per non aver potuto aiutare il Corinthians a causa degli infortuni. Io grasso? Soffro di ipotiroidismo. Ringrazio tutti i club per cui ho giocato, resteranno nel mio cuore". Moratti: "E' il più grande centravanti della storia"

SAN PAOLO (Brasile), 14 febbraio 2011 - Il Fenomeno ha ufficializzato l'addio al calcio, come anticipato ieri in tarda serata. Uno dei più grandi calciatori della storia, forse il più grande dell'era moderna, ha deciso di dire basta nel corso di una conferenza stampa nel centro sportivo del Corinthians. "Ho dedicato tutta la mia vita al calcio, facendo sacrifici inimmaginabili, ma oggi sono qui per annunciare quello che già tutti sapete. Ho deciso di ritirarmi, perché i numerosi infortuni patiti durante la carriera, e soprattutto negli ultimi due anni, mi impediscono di continuare", ha detto il Fenomeno con gli occhi lucidi. Giunto al campo d'allenamento del club paulista insieme ai figli Ronald e Alex, prima dell'annuncio ufficiale l'ex attaccante vincitore di due Palloni d'oro ed eletto per tre volte miglior calciatore al mondo, ha salutato ex compagni e dirigenti, che dopo aver ascoltato il suo discorso di commiato lo hanno applaudito in piedi e abbracciato uno ad uno.
(da gazzetta.it)

CLAMOROSO: C'E' IL RISCHIO CHE JUVENTUS-INTER VENGA RIPETUTA!

Clamorosa notizia dell'ultim'ora. La partita Juventus-Inter di domenica 20 febbraio 2011 (terminata 1-0 per la squadra di casa) potrebbe essere rigiocata. Secondo la Lega Calcio non era ancora arrivato il transfer definitivo dell'acquisto di Matri dal Cagliari alla Juventus, e il giocatore neo-juventino non poteva essere schierato! Per questo motivo la partita potrebbe essere rigiocata...




Ahahahahahahaha....
mi dispiace, amici interisti che avete aperto il link con il vostro cuore che esplodeva di gioia!
E' tutto uno scherzo!!
Ve ne dovete fare una ragione:
anche quest'anno contro la Juventus
AVETE PERSO!!!
Pensate al prossimo anno!!!
I bianconeri che avete trovato domenica scorsa erano della Juventus...non del MAZEMBE!!!

RIDICULI!!

Mimmo.

RISULTATI FANTACALCIO 25^ GIORNATA


Risultati:

FrancescoD-MicheleF/AntonioV 66 -58,5
MimmoS-MassimoS 86 -75,5
GiovanniL-RoccoD 60,5 -76,5
VitoB-GiuseppeN
72 -63
FrancescoS-MassimoL 71 -68

Classifica Campionato:
VitoB
47
FrancescoS 44
MassimoS 42
RoccoD 39
FrancescoD 37
MimmoS 33
GiovanniL 32
Giuseppe 27
Massim.Losacco 25
10° Falco/Valentini 12

Classifica Generale Ritorno:
VitoB
431
FrancescoS 429,5
MimmoS 428,5
MassimoS 427,5
FrancescoD 421
RoccoD 412,5
Massim.Losacco 401,5
GiovanniL 400,5
Giuseppe 377
10° Falco/Valentini 368

Prossimo turno:
MicheleF/AntonioV-MimmoS
MassimoS-RoccoD
GiuseppeN-GiovanniL
VitoB-FrancescoS
MassimoL-FrancescoD

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO POSTICIPO 25^ GIORNATA: JUVENTUS-INTER 1-0

Orgoglio Juve, Inter k.o.
Decide Matri, traversa Eto'o



I bianconeri vincono 1-0, gol del centravanti su cross di Sorensen, poi nel finale clamorosa occasione fallita dal camerunese. Bianconeri solidi in difesa, nerazzurri senza idee: Buffon chiude il primo tempo senza parate, poi ci mette del suo su Eto'o nella ripresa

TORINO, 13 febbraio 2011 - La Vecchia Signora con un paio d’ore di anticipo su San Valentino fa un regalo grande così ai suoi tifosi innamorati, traditi da troppe prestazioni del 2011. Batte l’Inter 1-0 all’Olimpico di Torino, grazie all’ennesima perla di Matri, al 14° gol stagionale, e si rilancia in prospettiva Champions, ora lontana i 3 punti che ancora la separano proprio dai nerazzurri. Ma soprattutto i tre punti di stasera "rischiano" di far perdere lo scudetto ad un’Inter irriconoscibile rispetto a quella brillante finora targata Leonardo, ed adesso a -8 dal Milan capolista, seppur con una partita in meno (mercoledì alle 18.30 è in programma il recupero a Firenze contro la Fiorentina). I nerazzurri sono mancati come prestazione ancor più che come risultato, svegliandosi troppo tardi, regalando almeno un tempo di gioco. Lo spirito è stato troppo da partita di routine e non abbastanza da sfida di cartello, perchè questa Juve, con tutti i suoi difetti recenti, contro i nerazzurri si trasforma, come dimostra l’imbattibilità in campionato nello scontro diretto dell’Olimpico. E le alternative in panchina per cambiare i piani, per Leonardo sono pochissime, e questo è un problema anche in prospettiva.
(da gazzetta.it)

JUVENTUS
BUFFON 7,0 BONUCCI 6,5 CHIELLINI 7,0 SORENSEN 6,5+1,0 BARZAGLI 6,5 FELIPE MELO 7,0 MARCHISIO 6,5 PEPE 6,0 SISSOKO 6,0-0,5 KRASIC 6,0 AQUILANI 6,0 IAQUINTA 6,0 MATRI 7,0+3,0 TONI 6,0

INTER
JULIO CESAR 6,0-1,0 CORDOBA 5,5 MAICON 6,0-0,5 NAGATOMO 5,5 RANOCCHIA 6,0 CAMBIASSO 5,0 KHARJA 5,0 SNEIJDER 5,0 THIAGO MOTTA 5,0-0,5 ZANETTI J. 6,0 ETO'O 5,0 PANDEV 5,0 PAZZINI 5,0